Campagna di Solidarietà

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

Abbiamo terminato le nostre tre settimane di Solidarietà. Un grande GRAZIE a tutti i ragazzi in particolare gli alunni di terza che hanno distribuito tutti gli alimenti che abbiamo raccolto.

Ho imparato molto dalla campagna di solidarietà, per esempio che i problemi della povertà e del bisogno sono molto vicini a noi, al contrario di come pensavo poco tempo fa. Mi ha colpito molto il fatto che le persone che venivano a prendere il cibo sorridevano, cosa che non mi sarei mai aspettato, vista la loro difficile situazione. Da questa esperienza ho imparato molto, e credo che regalerò qualche sorriso in più alle persone che vivono queste situazioni, e cercherò di aiutarle in qualunque modo possibile. (J.C.)

Della campagna di solidarietà mi ha colpito molto lo spreco del cibo , esempio il pane che bisognava buttare era tantissimo, ma è stato bellissimo aiutare le persone più povere, da questa esperienza io ho capito per prima cosa che non bisogna sprecare il cibo perché c’è gente che non si può permettere tutto il cibo che noi buttiamo;poi che bisogna essere solidali perché non costa niente ogni tanto dare da mangiare a gente che ne ha più bisogno, magari noi possiamo evitare di comprare cibo-spazzatura e comprare del cibo anche che costa poco dandolo alle persone più povere. (G.P.)

solidarietà:

DAL VOCABOLARIO: Un reciproco sostegno. La solidarietà è un sentimento di fraternità che nasce dalla consapevolezza di un’appartenenza comune e dalla condivisione di interessi e di fini, e trova espressione in comportamenti di reciproco aiuto e di altruismo. La solidarietà può instaurarsi tra i membri di un particolare gruppo sociale ma può essere anche un sentimento di fratellanza universale.

DAL VANGELO: Lc 9,12-13: 12 Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla, perché vada nei villaggi e nelle campagne dintorno per alloggiare e trovar cibo, poiché qui siamo in una zona deserta». 13 Gesù disse loro: «Dategli voi stessi da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente».

con una doppia lettura possibile

DATEGLI DA MANGIARE VOI STESSI: “voi stessi” come complemento oggetto di MANGIARE. Siamo noi che con il nostro agire diventiamo cibo che sfama i bisogni del mondo.

VOI STESSI DATEGLI DA MANGIARE: “voi stessi” come soggetto di DATEGLI. Gesù ci invita ad essere protagonisti di un cambio di mentalità, ci invita a sporcarci le mani a metterci in gioco.

Seconde visitano S. Eustorgio

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

Sabato scorso si è tenuta l’uscita culturale di Arte a Milano, durante la quale gli alunni delle classi seconde hanno potuto visitare la Basilica di S.Eustorgio con annessa Cappella Portinari, guidati dal docente di Arte Dimitri Zagano e da fratel Claudio Sant’Ambrogio. Si è trattato di una visita interessante perché la Cappella Portinari rappresenta il primo esempio di Rinascimento in un edificio religioso in Lombardia; inoltre vi sono raffigurate le storie di S.Pietro martire e in basilica sono conservate le spoglie dei Re Magi secondo la tradizione.

grande Sebastiano

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

Un grosso saluto al nostro compagno Sebastiano Grasso. Siamo sicuri che l’esperienza che sta facendo presso la scuola dell’ONU a New York lo sta arricchendo in un contesto multiculturale. E’ bello vedere che i ragazzi, anche se provenienti da differenti nazioni, possono testimoniare a noi adulti che le differenze sono una ricchezza e si può costruire una famiglia globale. Avanti tutta, noi dall’Italia facciamo il tifo per te.

la tua classe 1B

CAMPO GA

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

CAMPO GA

Ecco pronto il Campo GA che sarà dal 17 giugno al 22 giugno. Abbiamo fatto una profonda riflessione se spostare il campo a settembre tuttavia in collegio docenti sono emersi vari aspetti che alla fine ci hanno portato ad optare per la soluzione estiva, appena termina la scuola a giugno.
Saremo ospitati dalla nostra struttura ad ENTRACQUE in provincia di Cuneo, una casa che ha una storia lunga di Campi Maristi, una casa costruita e pensata per accogliere ragazzi e vivere insieme la magia del campo.
Qui trovate la circolare con tutti i dettagli.