News della scuola

Magazine07 – ora si cambia; il saluto di fr. Giorgio

Pubblicato il

E questo sarà l’ultimo intervento che fr. Giorgio infliggerà ai suoi 5 lettori per concludere il lavoro di sistemazione dei ricordi cesanesi. D’altra parte la scuola è iniziata anche qui a Giugliano e “buon sangue di docente… non mente”; adesso oltre ai tanti ex-alunni incontrati in questi anni a Cesano devo pensare anche ai nuovi ragazzi che incontrerò in classe (dovrò inventarmi qualcosa per districarmi tra i tanti volti e nomi!); cambia un po’ l’accento 😉 ma volti e cuori parlano la stessa lingua. E poi è un bel  modo per mettere in pratica lo slogan di quest’anno, vi pare? Così si cambia veramente!
Che dire allora di quest’ultimo anno 2017-18? Parlare di quanto è avvenuto negli ultimi mesi non è poi così difficile, visto che quasi tutti gli alunni e i genitori, tranne i nuovi, hanno ancora ben in mente quanto è capitato nello scorso anno.
Un anno che è iniziato con diversi cambiamenti (è arrivato fr. Stefano e abbiamo cambiato le docenti di matematica e di spagnolo), lo slogan che ci ha guidato: Muoviti, è stato veramente dinamico. Siamo partiti addirittura con il botto: l’inaugurazione del vicolo e del Ponte Champagnat e dopo pochi giorni l’allestimento del murales in formelle di vetro presso la stazione delle Ferrovie Nord: una degna conclusion per l’anno del cinquantesimo!
Tante le conferme, le gite di inizio anno (vi ricordate che abbiamo raccolto le castagne nella fattoria, ci siamo arrapicati sugli alberi ed esplorato il museo della Scienza di Milano?), la festa della famiglia marista con il coro e i musicisti dal vivo, gli innevati giorni all’Aprica. Ma dal mese di gennaio in poi sicuramente i ragazzi di terza (ben poco preoccupati per i cambiamenti relative agli esami e all’Invalsi) non aspettavano altro che… la gita in Spagna. Non avete idea di quanto tempo ed energie abbiamo dedicato a questa esperienza, che ci è sembrata però veramente bella e formativa (tanto che la scuola si augura di poterla ripetere e mamdare… a regime); è ripartita anche l’esperienza del campo estivo (roba di pochi mesi fa, proprio sotto il magnifico spettacolo della Grignetta, al Pian dei Resinelli). A conclusione dell’anno ci siamo ritrovati quasi tutti nella bella cornice della Chiesa Vecchia di Cesano per lo spettacolo teatrale, gli intermezzi musicali e le premiazioni conclusive (a proposito, auguri alla regista Valeria, che adesso è tutta impegnata con la sua nuova bimba!). Ed è ripresa anche l’esperienza della Summer School in Irlanda, che ha visto una decina di alunni, accompagnati dall’intrepida prof. Franca Strada, trascorrere 2 settimane nel college marista di Dublino, insieme a tanti altri alunni maristi della Spagna, del Mexico, dell’Argentina, del Paraguay… un modo speciale per imparare a convivere insieme a ragazzi di culture differenti.
E adesso si riparte: non ho avuto modo di salutare gli alunni, sia quelli nuovi che “i vecchi” di seconda e di terza, con i quali abbiamo condiviso tanti momenti belli, attività interessanti, lezioni… ne approfitto adesso. Il mio augurio è quello di far tesoro di tutto quello che abbiamo imparato, vissuto e incontrato in questi anni. Ogni persona è una sorpresa e un dono: cerchiamo di esserlo anche noi per gli altri.

Auguri di cuore a tutti, ragazzi, genitori e docenti – fr. Giorgio
(e per i più curiosi mi trovate su www.maristi.it/gb)

Magazine07 – Sito FM Cesano 2017-18

News della scuola

compito per le vacanze: accogliere…

Pubblicato il

Ci piace ricordare una esperienza significativa che un bel gruppo di nostri ex-alunni ha vissuto in questo mese di agosto. Ci sembra il modo migliore per contribuire ad una riflessione sui migranti che in Italia si va facendo calda e spesso turbolenta e contraddittoria; non vogliamo aggiungere tante parole, solo gesti concreti, sguardi e impegni personali.

Lascio la parola a fr. Stefano che ha partecipato e guidato questa esperienza in strett

a collaborazione con i maristi di Siracusa e in collaborazione con i giovani della scuola marista di Giugliano.

Anche se la scuola è ormai in vacanza da tempo, non terminano mai le attività Mariste.
Agosto 2018, mentre tutti si preparano alle vacanze, anche noi siamo partiti in otto, Matteo, Giordano, Annalisa, Francesco, Mara, Michela e Samuele insieme a fr Stefano per andare a toccare con mano il “problema migranti” di cui oggi tanto si parla sui giornali.
La comunità Marista di Siracusa che da due anni lavora in mezzo a questa realtà ci ha accolto e ci ha aiutato ad entrare a gamba tesa su questo tema scottante.  I primi tre giorni mattino e pomeriggio abbiamo lavorato in un centro di prima accoglienza “Casa Freedom” dove vengono ospitati un centinaio di migranti. Alcuni di loro sono appena arrivati e conoscono poco l’italiano, altri invece sono “parcheggiati” da quasi due anni.

Sono stati giorni intensi in cui abbiamo potuto toccare con mano i vari aspetti di “accoglienza” che l’Italia ha messo in campo. La comunità ci ha aiutato a comprendere meglio il fenomeno e le storie dei ragazzi; ascoltarle in prima persona ci ha fatto comprendere la complessità e la drammaticità del viaggio che hanno intrapreso. La riflessione ogni giorno è stata scandita da 4 parole che il Papa ci ha consegnato, Accogliere, Proteggere, Promuovere e Integrare.

Personalmente posso dire che l’Italia ha fatto molto nell’accogliere, in questo va lodata e ammirata, forse ci manca ancora la capacità di andare avanti e concretizzare anche le altre parole, per giungere ad una integrazione vera e reale.
Adesso il nostro cuore è pieno di nomi e storie che hanno lasciato il segno.
Un’altra estate all’insegna della solidarietà marista.

ecco alcune foto di questa esperienza davvero speciale

e qui potete leggere il magazine che fr. Onorino, responsabile della Comunità, prepara mese per mese  ->   Magazine Siracusa news 

News della scuola

Magazine06 – l’anno del cinquantesimo

Pubblicato il

E finalmente arriviamo al 50esimo della nostra scuola. Da quel lontano 1 ottobre 1966 quante persone sono passate in questa scuola (quasi 2500), quanti insegnanti (oltre 100), quanti fratelli maristi (più di 40), tutti protagonisti che hanno segnato la storia di questa esperienza e proposta educativa.

logo del 50esimo dei Fratelli Maristi a Cesano

Era stato il parroco di Cesano, don Emilio Meani, a chiamarci per dirigere la scuola media, nata da poco nel panorama italiano. Forse a noi riesce difficile cogliere le notevoli differenze tra l’impostazione di allora e le modalità di oggi. Quanti cambiamenti in meno di… mezzo secolo! Il logo di questo evento, disegnato dal prof. Vaghi Maurilio, raccoglie ed evidenzia questa eredità…

E così in quest’anno invitiamo tutti gli ex-alunni a festeggiare con noi (1 ottobre) e di impegniamo per continuare quello che la scuola ha sempre fatto: formare dei buoni cristiani e degli onesti cittadini; a gennaio il nostro 50esimo interseca il bicentenario della congregazione marista. Basta il nome del presidente della Repubblica, l’ex-alunno Sergio Mattarella, a confermare che il ruolo della scuola può essere significativo non solo per la persona, ma per l’intera collettività. Ed è una responsabilità importante, da non sottovalutare. A febbraio invitiamo il magistrato Cantone, anche lui ex-alunni dei maristi di Giugliano, insieme a Cacciari e al direttore del Corsera, a parlare proprio su questi temi. A maggio sarà la volta del biblista Curtaz; intanto ad aprile ospitiamo l’incontro degli ex-alunni maristi d’Italia (vi partecipano oltre 120 ragazzi da Giugliano, Roma e Genova). E a fine maggio le gare con le altre scuole mariste, le maristiadi

Magazine06 – Sito FM Cesano 2016-17

News della scuola

Magazine05 – verso il cinquantesimo

Pubblicato il

Pensavo che spulciare tra le notizie di questi ultimi anni fosse più semplice e veloce. Il documento “grezzo” supera le 650 pagine, ma tra sforbiciate e ritagli forse ce la caveremo con qualcosa di meno. E’ interessante comunque ripassare in forma veloce il percorso svolto dalla nostra scuola.

Nel corso dell’a.s. 2015-16, ad esempio, si parte con il vento in poppa e con la notizia che la parrocchia di Binzago affida ai maristi anche la scuola dell’infanzia… lo slogan di quell’anno era proprio “contigo lo nuevo” e di novità non ne mancavano. Era da poco entrato a pieno regime la figura del tutor di classe, con le sue peculiari iniziative, un’ora di coordinamento per la classe e un’ora settimanale dedicata all’incontro personale con i ragazzi. Il tablet era ormai lo strumento consueto per l’attività didattica di tutte le classi. Naturalmente si approfitta della conclusione dell’Expo per le ultime visite (senza tralasciare che erano venute ad ammirarlo anche le altre scuole mariste d’Italia, persino da Giugliano!). E poi gli incontri con i personaggi speciali, dai curatori della mostra sulla 1 guerra mondiale (e i suoi impatti sulla popolazione di Cesano), fino all’incontro con l’autore, in questo caso il pluripremiato Ballerini. E’ proprio da quest’anno ch iniziamo a sottolineare con un certo rilievo il 20 novembre, giornata dei diritti dei minori. Prima di Natale lanciamo l’iniziativa “pomeriggio da Brividi”, per vivere un sabato speciale a scuola, incuranti del termometro! Finalmente a scuola compare la scritta esterna “Maristi”, per ricordare la nostra presenza, visto che tra poco compiremo … 50 anni! Ci viene a trovare fr. Sergio dalla scuola marista di Masonga, in Tanzania, per aiutarci a fare qualche confronto concreto tra il nostro stile di vita e i tanti altri possibili… e poi aderiamo al giubilei locale con una nostra originale iniziativa: tutti in bici fino al seminario di Seveso, passando dalle diverse località in cui sono presenti i nostri alunni (Limbiate, Varedo, Bovisio, Cesano…). E sempre per il Giubileo, che dire della gita a Roma delle terze medie, delle Maristiadi sportive (in vista del prossimo anno a Roma…), del bando per aiutare la ristrutturazione del Centro Diurno l’Albero, visto che nel frattempo i fratelli maristi hanno deciso di mettere radici più consisteni a Cesano…

Magazine05 – Sito FM Cesano 2015-16

News della scuola

Magazine04 – l’anno dell’Expo

Pubblicato il

Esatto, eccoci arrivati al fatidico anno dell’Expo internazionale di Milano, il 2015. Partita in sordina e con tanti timore, poco alla volta si è rivelata la manifestazione di svolta della nostra Milano (e non solo).

Come scuola ovviamente abbiamo lavorato sui temi proposti dall’Expo, abbiamo anche realizzato un video con la partecipazione fattiva di tanti alunni (dando fondo alle nostre competenze digitali) e tante altre sono le attività e le iniziative di quest’anno, tutte condite con quel pizzico di curiosità per gli eventi in grande stile che ci sta anche bene. Sarà per questo che siamo andati a visitare l’Expo diverse volte e mai nessuno… si è lamentato!

Lo slogan di quest’anno ci invitava a “spalancare le porte“… e di new-entry non ne sono mancate. Intanto si inizia con la gradita conferma della vincita del concorso di Federchimica (e siamo nuovamente a Genova per ritirare il premio), poi scopriamo la presenza del FLAB di Seveso (perché andare tanto lontano per un planetario quando … è quasi dietro l’angolo!). A gennaio siamo particolarmente contenti per l’elezione di Mattarella come nuovo Presidente della Repubblica, ex-alunno della scuola marista di Roma. Ricordiamo poi l’emergenza causata dal terremoto in Nepal e il nostro impegno solidale. E sul finir dell’anno le affollatissime visite ai padiglioni di Expo, con tutte le classi…

Magazine04 – Sito FM Cesano 2014-15

News della scuola

Magazine03 – correva l’anno 2013-14

Pubblicato il

Scrivo queste righe quando ormai è da diversi giorni che siamo tutti con il cuore e la mente a Genova, su quel ponte. Quante volte lo abbiamo attraversato, a volte incolonnati in fiumane di auto, con qualche preoccupazione. E’ un evento che lascerà il segno a Genova e per chi ci ha vissuto a lungo (ho passato 12 splendidi anni in questa città, operando nella scuola e comunità dello Champagnat) sono immagini che pesano.

Ma intanto la vita continua: la nostra scuola di Genova ha dato la disponibilità per ospitare eventuali sfollati e domani, sabato 18, sarà giornata di lutto nazionale. Ci si ferma e si riflette perché cose del genere non succedano mai più, per quanto umanamente possibile.

Anche nel nostro piccolo la storia la facciamo ogni giorno, coi piccoli gesti quotidiani che una scuola propone e offre agli alunni e alle famiglie. In questa terza puntata di ricordi si rivivono gli anni del 2013-14. A Cesano si comincia con un consistente cambio nella Comunità, al posto di fr. Marino giunge fr. Zeno, che si dedicherà anche all’insegnamento di religione nell’attesa che da gennaio subentri il nuovo incaricato della pastorale nonché direttore della scuola primaria di Binzago, fr. Marco (che troverete tutti a settembre come nuovo preside). La scuola attraversa i tanti momenti densi della vita scolastica,  l’avvio della sperimentazione con i tablet, i premi vinti per il concorso della Federchimica (con premiazione proprio a Genova), la “classica” 3 giorni all’Aprica, le gite ai castelli e ai luoghi francescani (Gubbio, Assisi e Perugia…), il laboratorio teatrale con la rappresentazione su Ulisse… Ecco una corposa sintesi di questo anno scolastico

Magazine03 – Sito FM Cesano 2013-14

News della scuola

Buona festa dell’Assunta – Magazine02

Pubblicato il

Oggi è una grande festa per tutti i maristi; l’Assunzione è il traguardo che ci attende tutti, ma le primizie hanno sempre un “gusto” speciale e sapere che Maria vive già nella condizione definitiva è il sogno che può orientare la nostra realtà quotidiana; lo abbiamo sentito raccontare nelle letture di questa festa, tramite le tante allegorie dell’Apocalisse (a proposito, le 12 stelle della bandiera europea, vi ricordano niente? un altro sogno da realizzare…)

Purtroppo in questi giorni abbiamo negli occhi le immagini drammatiche del ponte di Genova appena crollato. Per chi ha vissuto a lungo in questa città (dove la presenza marista supera il secolo!) quel ponte rimane un emblema difficile adesso da associare al dolore e al dramma. Un evento che segnerà la storia di questa città e modificherà le abitudini dei tanti che fino a ieri lo avevano attraversato, spesso con un pizzico di ammirazione mosto a tremore.

Continuo intanto a sistemare i “bagagli” e oggi mettiamo a disposizione la seconda puntata dei ricordi della scuola: una sorta di annali che riguardano l’anno scolastico 2012-13, il primo che ho (ri)vissuto come preside a Cesano. Nel frattempo c’era da seguire anche la scuola di Binzago, perché proprio questo è stano l’anno difficile in cui ci ha lasciati fr. Mario Pinato, a novembre. Insieme a fr. Marino si è cercato di far fronte anche a questo momento difficile. Per i più curiosi, allora, ecco la cronistoria di questo periodo…

Magazine02 – Sito FM Cesano 2012-13

 

 

News della scuola

Sistemare la soffitta… Magazine01

Pubblicato il

Quando si fanno i bagagli si ritrovano  in soffitta un sacco di cose che non si pensava di avere. E le valigie o i pacchi cominciano a crescere.
Ma per quanto riguarda il sito della scuola le cose siano un po’ più semplici. Prima del passaggio definitivo (da settembre sarà fr. Marco a prendere le redini del sito della scuola) volevo sistemare un po’ i vecchi pezzi e articoli del nostro sito. Così durante la pausa estiva ho pensato di raccogliere i vari post che si sono accumulati nel corso di questi quasi 7 anni, per realizzare una sorta di magazine. Ho recuperato tutti i post e fatto un rapido lavoro di selezione (non sempre facile) per togliere le cose meno interessanti, i dati tecnici o le notizie occasionali. Ne sta venendo fuori un malloppo considerevole di articoli; senza nessuna pretesa lo metto a disposizione sul sito così da poter ricostruire un po’ di eventi: gite, iniziative, premi, concorsi, attività, incontro con personaggi… una cronistoria di quello che una scuola realizza e condivide.

Il primo malloppo contiene i fatti che vanno dal gennaio 2011 fino all’estate 2012. Il Preside era fr. Roberto (lo vedete nella foto, adesso è il direttore del San Leone Magno, a Roma); così per i più curiosi c’è già un po’ di  materiale da sfogliare. Buone visioni.

Magazine01 – Sito FM Cesano 2011-12