News della scuola

Lab di tecnologia: CRE-ATTIVO

All’inizio del secondo quadrimestre, dopo aver acquisito una buona dimestichezza con l’uso della taglierina, gli alunni iscritti al laboratorio di tecnologia Bergamini Daniele, Gioia Angelica, Giusti Davide, Lin Ashley e Riva Pietro hanno raccolto la proposta dell’Insegnante di realizzare un pannello decorativo che dovrà collocarsi all’ingresso della nostra scuola.Gli Autori di questo bel lavoro hanno potuto sperimentare come ogni opera creativa parte sempre dall’ideazione resa esplicita da disegni comunicativi, seguita da disegni tecnici che permettono il controllo delle misure e infine le tecniche di colorazione per comunicare e coinvolgere. L’aspetto di maggior rilievo che hanno saputo dare, resta comunque lo spirito di vera collaborazione, di rispetto reciproco e apprezzamento di ogni singolo contributo in un clima di lavoro serio e sereno. Per loro un aggettivo di qualità : “Bravi”!

Maurilio Vaghi

Prima fase: “La stesura dell’idea”.

Su carta da pacco, in dimensione reali i ragazzi hanno comunicato l’idea. Matite, solidi, numeri e lettere quali simboli per rappresentare la scuola, poi una fascia obliqua per collocare piccoli giocattoli come testimonianza dell’infanzia che ormai stanno lasciando alle spalle. Titolo dell’opera: “La nuova realtà”.

Seconda fase: “Rendere esecutiva l’idea”

Il contributo del disegno tecnico, l’uso della taglierina e la conoscenza dei materiali hanno permesso la realizzazione dei volumi per la composizione del pannello.

Terza fase: “Le scelte cromatiche”

Questo è l’aspetto più divertente, ma al tempo stesso di maggior impegno. Non c’è margine per l’errore, si sperimentano tecniche di colorazione con gli acrilici e gli spray, colle, stucchi e campiture.

Quarta fase: “L’aspetto compositivo”

Prove, perplessità, ripensamenti, tutto si dissolve. L’aspetto creativo vince e finalmente l’idea ha preso forma. Gli Autori sono felici perché consapevoli di non aver “tradito” il loro progetto. Il Pannello decorativo ha trovato finalmente la propria collocazione.