Chi anima il C.I.A.O.

Il centro C.I.A.O. è animato dalla comunità marista di Siracusa, operante in diocesi dal 2016, dopo l’invito che l’arcivescovo, Mons. Salvatore Pappalardo, ha rivolto all’Istituto dei Fratelli Maristi ( www.champagnat.org ) per avere una presenza significativa in diocesi che operasse a favore dei migranti.
La comunità marista è composta da religiosi consacrati e da misionari laici provenienti da diverse parti del mondo, che desiderano vivere il vangelo in fraternità e dedicare il loro tempo e le loro energie soprattutto a favore dei rifugiati e ai migranti.
Accanto ed in collaborazione con la comunità marista operano nel centro altre realtà associative, gruppi e singoli, che desiderano offrire il loro contributo per aiutare i giovani ad inserirsi nella società.

Che cosa si fa al C.I.A.O.

Dopo due anni di impegno in diversi centri di accoglienza nella zona di Siracusa, rivolto soprattutto all'accompagnamento dei  giovani nell'apprendimento della lingua italiana e nella promozione di attività artistiche culturali, la comunità marista ha deciso di creare un centro aperto in grado di aiutare quei/le giovani che hanno deciso di lasciare i loro paesi di origine per vivere la propria vita in Italia.
Il centro si prefigge di promuovere la cultura dell'accoglienza, aiutando i/le giovani ad integrarsi nella realtà italiana, offrendo uno spazio per una
socializzazione sicura tra adolescenti e giovani, immigrati ed italiani; proponendo diversi corsi di formazione accademica-artistica-professionale, in vista dell'inserimento lavorativo adeguato alle esigenze locali, con l’intento principale di aiutare l’integrazione dei/delle giovani fornendo loro supporto logistico e strutturale.
La gamma di proposte che il centro offre sarà molto flessibile e attenta alle necessità dei fruitori. Siamo infatti convinti che non è la struttura la cosa importante, ma le persone che la frequentano e con queste persone vorremmo creare un clima di famiglia.

Tu che cosa puoi fare al C.I.A.O.

  1. Non pensare solo alle competenze che puoi offrire. Pensa al tempo che puoi regalare agli altri e soprattutto all’apertura di cuore con cui lo vuoi regalare. Tutto il resto è secondario.
  2.  Affacciati al Centro di Via Piave 122, parla con le persone presenti, vedi come funziona il centro e … decidi se ti puoi inserire. A volte anche solo un volto sorridente è importante. Magari prima di venire puoi curiosare sui nostri social network sul Facebook.
  3.  Abiti lontano, sei super impegnato, hai degli orari impossibili? Non farci mancare la tua vicinanza con un messaggio, con una visita lampo, magari portando un dolce da offrire ai ragazzi, con una preghiera…
  4. Se vuoi inviare un’offerta queste sono le coordinate bancarie:
    Banca Prossima - Fondazione Italiana di Solidarietà Marista Champagnat --- IBAN IT10 C033 5901 6001 0000 0163 090.
    Non dimenticare la mail perché desideriamo ringraziarti e tenerti informato di ciò che bolle in pentola.