comunicazioni

Bando CEI – Diocesi di Milano

Pubblicato il

Sussidio straordinario di studio a favore di studenti bisognosi iscritti nelle Scuole paritarie secondarie di I e II grado, nell’a.s. 2020/21

LEGGI IL BANDO sotto E POI CLICCA QUI PER COMPILARE LA DOMANDA

le domande vengono raccolte dalla segreteria e poi inoltrate dalla scuola alla CEI

  1. A titolo di intervento caritativo a favore della collettività, di carattere eccezionale e temporaneo, la Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana ha stabilito di erogare fino a 20mila Sussidi di studio del valore di 2.000 euro ciascuno ad alunni iscritti per l’anno scolastico 2020/21 a una scuola paritaria secondaria di I o II grado, come misura di sostegno agli studenti più in difficoltà a causa della crisi economica conseguente all’emergenza sanitaria.
  • Per l’assegnazione dei sussidi verrà seguito il criterio della situazione economica familiare. Per essere ammessi al Sussidio è requisito necessario un indicatore ISEE familiare fino a 25.000 euro. Nel caso in cui nella stessa famiglia dello studente richiedente vi siano altri figli iscritti a scuole paritarie di qualsiasi ordine e grado, la soglia di reddito ISEE viene innalzata a 35.000 euro. A parità di reddito ISEE, i sussidi verranno erogati prioritariamente a coloro che hanno un figlio con disabilità ai sensi della legge 104/1992.
  • La raccolta delle domande sarà favorita dalle Diocesi, presso cui sarà reso disponibile il modulo da compilare per la domanda di conferimento del sussidio. Le scuole paritarie collaboreranno alla raccolta delle domande e assisteranno le famiglie nella compilazione. Tale modulo dovrà contenere i dati personali dell’alunno iscritto, compresa la scuola presso la quale è stata effettuata l’iscrizione e la classe di appartenenza per l’a.s. 2020/21, nonché l’indicatore ISEE certificato. Il modulo, corredato degli allegati richiesti, dovrà essere inoltrato alla CEI dalla Diocesi competente, o dalla scuola paritaria di iscrizione.
  • Se in una famiglia vi sono due o più figli in possesso dei requisiti richiesti, compreso l’ISEE fino a 35.000 euro, essa può concorrere ad ottenere un sussidio per ciascun figlio richiedente.
  • I moduli sottoscritti dai richiedenti saranno inviati alla CEI entro il 31 luglio 2020, tramite una piattaforma digitale predisposta allo scopo. La Diocesi, o per essa la scuola, conserverà copia di tutta la documentazione allegata, mettendola a disposizione della CEI nel caso in cui fosse richiesta.
  • La CEI, a proprio insindacabile giudizio, erogherà, anche per il tramite della scuola, i sussidi riconosciuti alle famiglie degli studenti beneficiari, con finalizzazione degli stessi alle spese per la frequenza dei corsi di studio
  • Qualora il numero totale delle domande ammissibili sia superiore alle 20.000 unità, verrà effettuata una selezione secondo il criterio economico. Nel caso in cui il numero totale non raggiunga le 20.000 unità, la somma restante sarà devoluta ad altre attività caritative a favore della collettività nazionale.

Roma, 6 luglio 2020

News della scuola

#g87 – buon compleanno Marcellino

Pubblicato il

20 maggio 1789
nasce Marcellino Champagnat
nasce la nostra storia
Nasce da una famiglia semplice, in un paesino sperduto dei monti a sud di Lione in Francia, eppure il Signore ha grandi progetti con lui come oggi ne ha con ognuno di noi.

In questi tempi di emergenza ricordo di un fatto della vita di Marcellino. Con ormai parecchie scuole avviate, Marcellino compie un lungo viaggio a Parigi per chiedere al governo di allora l’autorizzazione “ufficiale” per le proprie scuole. Molte strette di mano, sorrisi, ringraziamenti perchè creava scuole nelle zone rurali dove regnava l’analfabetismo. La storia ci insegna che quella autorizzazione arrivò solo molti anni dopo la sua morte. Noi non ci scoraggiamo e andiamo avanti nel nostro lavoro, come sempre mettendoci il cuore sapendo che tu ci accompagni, questo ci basta.

News della scuola

#g56 – Kilodona

Pubblicato il

Durante la settimana Santa abbiamo distribuito un “pacco alimentare” a una 40ina di famiglie bisognose di Cesano Maderno. In collaborazione con il Comune, la Caritas e il Gigante oltre agli alimenti che avevamo raccolto a scuola sono giunte anche 200 colombe da Carrefour, due carrelli di Spesa SOSpesa dal Gigante e un totale di 2.000€ di donazioni. Il Virus non può fermare la solidarietà anzi la moltiplica.

News della scuola

#g55 – spazi di riflessione

Pubblicato il

In questi giorni ricevo spesso tramite i social barzellette e immagini simpatiche che leggono con ironia la realtà che viviamo. Li considero “momenti di leggerezza” che riescono a strappare un sorriso e mi aiutano a sdrammatizzare questo momento di difficoltà. Alla fine di questa pandemia credo si possano scrivere vari libri con tutte le “freddure” che girano nel web. Tra tutte ogni tanto ne arriva qualcuna che ti sorprende, vuole con ironia generare nel lettore uno spostamento cognitivo, aiutarci ad uscire dalla nostra zona di confort da cui giudichiamo la realtà per vedere le cose in maniera diversa. E’ ovvio che ogni sentenza è costruita perché si possa vedere nell’esagerazione che esprime una certa “verità” che può aiutarci a reagire in maniera creativa al tempo che viviamo.

Che succede, se i nostri figli, quest’anno invece di imparare la matematica imparano a cucinare?
A cucire i loro vestiti?
a lavarli?
a coltivare l’orto?
Se imparano a cantare canzoni, ai nonni e ai fratellini più piccoli?
Se imparano a prendersi cura delle loro cose, dei loro giochi.
Se, dovendo stimolare l’immaginazione,
cominciano a pitturare?
a scrivere racconti?
a comporre musica?
Se imparano ad essere più responsabili?
Meno egoisti perchè meno centrati su se stessi?
Se imparano a parlare un poco di più con le persone
che sono in casa con loro?
Se imparano che stare insieme e custodire la propria salute
vale molto di più che avere l’ultimo cellulare alla moda?
Forse tutto questo prima era passato in secondo piano
ma se oggi lo imparano, forse abbiamo perso un po’ di matematica
ma abbiamo guadagnato un futuro più bello.

News della scuola

#g47 – VIDEO #sullastessabarca

Pubblicato il

La celebrazione di Papa Francesco venerdì 27 marzo personalmente mi ha colpito molto. Momenti della storia dove le immagini comunicano più di mille parole. San Pietro vuota, la pioggia, il crocifisso, la solitudine di un Papa. Ho pensato così di lavorare in classe con i ragazzi sulle parole del Papa e di produrre un video che potesse esprimere questa idea potentissima: SIAMO SULLA STESSA BARCA e la SPERANZA nasce dal SAPERE CHE GESÙ E’ CON NOI a BORDO.

fratel Stefano