Uscita didattica alla Polveriera

Una giornata esplosiva, almeno per il luogo così simbolico!

Giovedì 5 maggio le seconde hanno vissuto una mattinata presso la Polveriera del parco delle Groane, uscita a coronamento del progetto “Io mi rifiuto!”, svoltosi nell’ambito dell’educazione al rispetto dell’ambiente.
Dopo essere stati accolti dai volontari, i ragazzi sono stati accompagnati in un giro per conoscere il luogo immerso nel verde. Era impressionante vedere questi edifici mezzi sommersi nel terreno e ormai totalmente coperti da vegetazione e pensare che durante la seconda guerra fossero pieni di munizioni. Ricordi dei nonni ci raccontano che in alcune occasioni, temendo un bombardamento da parte dei nazisti di questo luogo, la popolazione di Cesano è stata evacuata a Seregno. 

Dopo questo giro per orientarsi abbiamo iniziato un vero e proprio “orienteering” in cui i ragazzi si sono cimentati nel sapersi districare all’interno dei boschi alla ricerca di alcune lanterne.

Il bosco ci ha restituito la suo forza esplosiva primaverile, nel pieno della fioritura, anche delle graminacee per i soggetti allergici, e la bellezza di alcuni angoli con stagni di acqua in cui cimentarsi pescatori di girini e ranocchie senza finirci dentro.

La mattinata si è conclusa con la premiazione della squadra che è stata più veloce nel raccogliere le varie lanterne e con piacevole sorpresa ha vinto in entrambe le classi una squadra tutta al femminile.

Un buongiorno speciale

“Che la vostra giornata sia piena di colori”!

Questa frase, con cui ogni tanto saluto al mattino i ragazzi, è diventata ispirazione per la realizzazione di un lavoro veramente bello e interessante.

Una bottiglia di plastica, un cono di cartone, ritagli colorati ed un pannello di polistirolo sono stati gli strumenti con i quali i ragazzi del laboratorio hanno saputo dare una forma compiuta alla mia frase augurale. La bottiglia è un contenitore e rappresenta noi stessi con le nostre sensazioni ed emozioni; il cono, con tutti i ritagli colorati, evoca proprio queste componenti interiori che fuoriescono da noi e si allargano sul pannello di polistirolo (la nostra giornata) riempiendolo piano piano di fiori e colori. Ora il giorno volge al bello!

Questi due pannelli potranno essere collocati a parete in prossimità dell’ingresso a scuola per “salutarci” ogni mattino.

Prof. Maurilio Vaghi

Giornata della Terra

I nostri ragazzi sono sempre più in prima linea per diffondere uno stile di vita più sostenibile e rispettoso dell’ambiente e delle persone: in vista della Giornata della Terra del 22 aprile hanno dato il meglio di sé! 
Le classi prime si sono cimentate nell’ “Econtest”, una sfida basata su raccolta differenziata, abbattimento dell’utilizzo di plastica monouso e sensibilizzazione sul commercio solidale. Entrambe le classi si sono dimostrate partecipi e attive, realizzando un punteggio quasi a parimerito. I vincitori sono stati premiati con un bulbo da piantare: che sia il seme per un futuro sostenibile! Fondamentale è stato l’aiuto dei ragazzi del Gruppo Ecologia, ai quali è stato regalato un albero su Treedom: vi invitiamo a visitare il sito e a lasciare un messaggio sul tronco “virtuale” dell’albero!https://www.treedom.net/it/user/giulia-mariani17/trees/MVK-DPN

Per le classi terze la sfida è stata più complessa: nel corso del mese di didattica innovativa hanno realizzato un lavoro interdisciplinare che ha coinvolto le materie di Musica, Inglese, Arte, ma anche Scienze e Tecnologia, portandoli a riflettere sul tema della sostenibilità e a produrre contenuti originali. Complimenti a tutti i gruppi, ma soprattutto ai quattro ragazzi dell’Isola Arancione di 3A, che hanno esposto di fronte a tutta la scuola e hanno ricevuto un meritatissimo premio.

Tecnologia e Maristinnova

Durante il mese dell’innovazione, gli alunni delle classi seconde e terze, organizzati in gruppo, hanno lavorato nelle ore di Tecnologia su un obiettivo comune del disegno e della composizione. I ragazzi hanno saputo raggiungere gli obiettivi per una via più efficace, quella della collaborazione, che ha visto un’applicazione ottimale da parte di tutti. Ora queste tavole sono in bella mostra nelle loro rispettive classi.

Bravi ragazzi!

Prof. Maurilio Vaghi

Buona Pasqua

Cristo Risorto possa farvi sentire tutta la forza del Suo amore, riempire i vostri cuori di pace e donarvi la forza di proseguire nel cammino per un domani migliore.

Auguri da tutti noi!

Ritiro itinerante!

Nei primi giorni della Settimana Santa, in attesa delle vacanze, abbiamo voluto valorizzare la conclusione della Quaresima con un RITIRO ITINERANTE. Tre momenti per riflettere, pregare e condividere. Siamo partiti dalla scuola dove attraverso un video abbiamo riflettuto sul significato di questa settimana così speciale. La croce ci interroga sempre e rimaniamo colpiti che Dio abbia scelto questa strada che passa per la croce per mostrarci poi la Resurrezione.

Il secondo momento lo abbiamo trascorso nella Cripta della chiesa di S. Stefano. Un ambiente molto bello, ricco di significato, dove abbiamo celebrato con canti e lettura del Vangelo. Fr Stefano ha preparato anche una riflessione sulla Via Crucis attraverso immagini e disegni. L’ultimo momento di condivisione a coppie lo abbiamo trascorso al Parco Borromeo. In una cornice splendida, abbracciati dai colori della primavera è stato piacevole passeggiare e condividere un pezzetto di vita con i compagni.

Siamo pronti ora per immergerci nel Triduo Pasquale.

Invitiamo ogni famiglia a non trascurare questo momento da vivere con i propri figli.

Chilodona

Con l’attività di oggi delle terze si conclude il nostro cammino di solidarietà in Quaresima.

Il progetto CHILODONA, portato avanti da qualche anno, vuole essere proprio un cammino di sensibilizzazione al valore del cibo e agli sprechi che oggi avvengono nella grande distribuzione.

Oggi le classi terze hanno portato fisicamente tutti gli alimenti raccolti nella scorsa settimana presso il centro di distribuzione Marista in Via delle Rose. I ragazzi sono rimasti sorpresi dal vedere la quantità di pane e cibo che verrebbe buttata nei supermercati e che invece può essere distribuita a persone bisognose. Purtroppo, a causa del Covid, non abbiamo potuto partecipare “attivamente” alla distribuzione, tuttavia vedere è stato sicuramente educativo. Benjamin Franklin diceva: “Dimmi e io dimentico, Insegnami e io ricordo, Coinvolgimi e io imparo.”


La solidarietà non ha voti teorici, può essere solo pratica.

Il 5×1000 alle Fondazioni Mariste

Con il 5×1000, hai l’opportunità di contribuire attivamente alle iniziative delle nostre fondazioni, una delle quali, il Gruppo Famiglia Maristi Champagnat, opera a Cesano Maderno da tanti anni ed è diventata una realtà conosciuta e stimata. Con il vostro piccolo contributo, essa potrà continuare ad essere un punto di riferimento per tante famiglie in difficoltà.