nuove aule: TECNOLOGIA E GREEN

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

Al rientro a scuola, gli alunni delle prime medie dell’Istituto Fratelli Maristi di Cesano Maderno hanno trovato in classe delle grosse novità. Infatti, le aule delle classi prime hanno subito durante l’estate un importante restyling che ha messo la tecnologia al servizio della didattica, operato grazie alla collaborazione del professor Maurilio Vaghi e del professor Dimitri Zagano.  In ciascuna classe, a fianco della vecchia lavagna a gessetti, è stato installato un monitor.

Non si tratta di una LIM (lavagna interattiva multimediale), bensì di uno strumento all’avanguardia: il monitor consente non soltanto di scriverci sopra e lavorarci in modalità touch screen, ma, grazie al computer incorporato, consente anche un rapido accesso ad internet e alle versioni digitali dei libri scolastici. In più, grazie alla modalità mirroring, il monitor potrà essere utilizzato dai docenti per proiettarvi i contenuti delle lezioni preparate sul tablet personale che la scuola ha fornito a tutti gli insegnanti.

Questa sperimentazione consentirà alle lezioni di sfruttare le nuove tecnologie per rendere le ore di scuola dinamiche e coinvolgenti, garantendo ai ragazzi lo sviluppo delle competenze digitali, fondamentali nella didattica per competenze prevista dalle normative europee.

Ma non è finita qui: in entrambe le classi sono comparse anche tre piccole piantine, che i ragazzi dovranno bagnare e curare per tutto il corso dell’anno. Non solo tecnologia, dunque, ma anche una scuola green che sappia valorizzare la salvaguardia dell’ambiente e sensibilizzare i ragazzi all’ecologia.

#fridayforfuture – day 3

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

Il drammatico rapporto dell’Organizzazione meteorologica mondiale: “Cause e impatti dei cambiamenti climatici aumentano anziché rallentare”. Effetti su tempeste tropicali e livello del mare: “Per fermare l’aumento della temperatura il livello di ambizione deve essere triplicato”

Grandi e piccoli della Terra si mettono insieme per abbattere le emissioni e dare un po’ di sollievo al pianeta malato. Mentre si attende di vedere le parole trasformarsi in fatti, come ha auspicato il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres, il riscaldamento climatico accelera e con esso gli effetti devastanti che trascina dietro di sé: nuovi record di temperatura in molti Paesi accompagnati da incendi senza precedenti, innalzamento del livello del mare, perdita di ghiacci, eventi estremi. Tanto che il quinquennio ancora in corso, 2015-2019 (dati fino a luglio scorso), si candida al lustro più caldo mai registrato con +0,2 gradi rispetto al 2011-2015, mentre la temperatura media globale è aumentata di 1,1 gradi dal periodo preindustriale. Senza contare la crescita dei gas serra con un tasso del più 20 per cento per la Co2 rispetto ai cinque anni precedenti. (altro…)

#fridayforfuture – day 1

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

pubblichiamo ARTICOLO del MINISTRO dell’ISTRUZIONE. #noimaristicisiamo

Settimana del clima, il ministro Fioramonti scrive a insegnanti e presidi: “Discuterne con gli alunni durante le lezioni”

Dopo l’annuncio dei giorni scorsi, il neo inquilino di viale Trastevere ha voluto scrivere ai presidi, ai maestri e ai professori una circolare arrivata in ogni scuola: “Cari dirigenti scolastici e cari docenti, caro mondo della scuola, vi invio questa lettera per chiedervi di aiutarmi, da qui in avanti, su un tema comune e pressante che mi sta molto a cuore: lo sviluppo sostenibile per lottare fattivamente contro il cambiamento climatico”

Via i libri di italiano e matematica per fare lezioni sull’ambiente. È l’invito del ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti, che ha preso carta e penna per scrivere a tutte le scuole d’Italia chiedendo di prendere un impegno preciso nella settimana internazionale dedicata a livello internazionale al clima. Nei giorni scorsi, a margine della presentazione della Notte europea della Ricerca al Miur, il ministro aveva anticipato il suo appoggio alla settimana sul clima WeekForFuture definendola “la lezione più importante che i ragazzi possano frequentare”.

Adesso il neo inquilino di viale Trastevere ha voluto scrivere ai presidi, ai maestri e ai professori una circolare arrivata in ogni scuola: “Cari dirigenti scolastici e cari docenti, caro mondo della scuola, vi invio questa lettera per chiedervi di aiutarmi, da qui in avanti, su un tema comune e pressante che mi sta molto a cuore: lo sviluppo sostenibile per lottare fattivamente contro il cambiamento climatico. Questa è una battaglia improcrastinabile, perché siamo forse l’ultima generazione che può ancora invertire la rotta del Titanic e consentire la sopravvivenza del genere umano su questo bellissimo pianeta”, scrive il ministro. Non solo. Fioramonti chiede ai docenti un impegno preciso: “Come sapete bene, la settimana che va dal 20 al 27 settembre sarà dedicata proprio alla sensibilizzazione su questa tematica a livello internazionale. Il tutto culminerà nella mobilitazione globale di venerdì 27 settembre, a cui parteciperanno anche in Italia numerosi giovani sulle tracce del messaggio di Greta Thunberg. Vi chiedo, sia come Ministro sia come padre di due splendidi bambini che in questo mondo prossimo dovranno viverci, di riservare del tempo all’interno delle lezioni nella settimana su indicata per realizzare sessioni di discussione e riflessione sui cambiamenti climatici insieme ai ragazzi”. Un obiettivo, quello delle lezioni sui cambiamenti climatici, che il ministro sembra voler inseguire, citando nella sua circolare anche l’educazione civica: “Oltre a questo tempo così dedicato, che spero di poter inserire stabilmente all’interno dell’insegnamento dell’educazione civica programmato per il 2020, sarà benvenuta qualsiasi iniziativa, in questa settimana e oltre, che possa sensibilizzare i giovani sul tema. A tal riguardo ricordo che, da oggi in poi, il Miur sarà sempre aperto alle proposte provenienti da studenti, insegnanti e realtà scolastiche in genere, riservate ai temi dell’ambiente, del cambiamento climatico e del benessere equo e sostenibile. Questa è la nostra lezione più importante”. Intanto sulla facciata del Miur è apparso un banner che riporta lo slogan: ‘Istruzione, no estinzione’. “Il segreto del futuro è tutto raccolto in queste tre parole. La lotta ai cambiamenti climatici – ha scritto Fioramonti sulla sua pagina Facebook – passa dalle iniziative di tutti noi, ogni giorno, partendo dalle scuole, dalle accademie e dalle università, per contaminare positivamente le imprese e il resto della società. La chiave di tutto è la creazione di una nuova economia, fondata sulla conoscenza, unico vero volano dello sviluppo sostenibile. Per questo ci siamo uniti al ‘grido’ degli studenti di tutto il mondo, che ci chiedono di ascoltare la scienza per salvare il pianeta”. (fonte: Il fatto quotidiano)

laboratori … aperte le iscrizioni

Pubblicato il Pubblicato in News della scuola

Ecco la proposta 2019-20 dei LABORATORI POMERIDIANI. Un’occasione per coltivare abilità e interessi particolari.
Le novità di quest’anno sono il laboratorio AID con un’attenzione particolare alla dislessia, un laboratorio sportivo con una convenzione presso il QUANTA CLUB di Affori e tante altre piccole novità che rendono anche quest’anno una proposta ricca e di alto livello.
Ricordiamo che i laboratori sono aperti anche a esterni,