Benvenuto, Kike

Ormai il rodaggio è bello che finito; dopo il primo mese non rimane nemmeno più la possibilità … del reso di Amazon 🙂 quindi per restare nel tema, sarebbe anche bello fare una recensione. Di cosa stiamo parlando? Ma di Kike, ovviamente. Ok, il nome completo sarebbe Enrique Jesus Muñoz Becerra, capite bene che chiamarlo Kike è una questione di…sopravvivenza.

Ma torniamo alle cose belle e concrete del Ciao e della Comunità di Siracusa. E’ ormai un mese che Kike è con noi, è entrato gradualmente nella vita del centro e soprattutto della Comunità e tra una lezione di italiano e l’altra, un aiuto concreto ai ragazzi che frequentano il Ciao, una visita agli appartamenti, una coda agli sportelli dell’Asp o di altri uffici pubblici, possiamo ben dire che il quartetto marista è di nuovo al completo. Con i suoi 29 anni (compiuti proprio nel giorno in cui Rosa salutava gli amici) è attualmente il più “giovane” del nostro gruppo, soffiando il primato a Nina 🙂

Mentre Rosa si sta godendo un meritato periodo di riposo e di famiglia, nella sua Granada, in attesa del nuovo viaggio verso Cuba, il nostro Kike è ormai nell’organico dello Staff a tempo pieno. Sta seguendo un corso di italiano ma ci si accorge subito che riesce a sbrogliarsela anche quando il vocabolario o il congiuntivo non sono a portata di labbra. Si è messo subito al lavoro per sbrigare le tante necessità che ogni giorno si presentano al CIAO, sistemare un CV, aiutare con il computer, indirizzare le persone che arrivano e chiedono informazioni, accompagnare i ragazzi, stare con loro, prendere la temperatura… Insomma, un bell’acquisto davvero!

Ma da dove viene, cosa faceva, chi gliel’ha fatto fare, perché, per quanto, verso dove??? Qualche domanda nasce spontanea e così ci sembra utile fornire almeno qualche indizio, con questa velocissima intervista.

Allora Kike, da dove vieni, cosa facevi prima? Vengo da Malaga, lavoravo in un ufficio di avvocati che si occupavano soprattutto di problemi di nazionalità e questioni sociali. Sono laureato in Economia e ho fatto un master per la formazione professionale superiore (mi piace l’idea di poter insegnare qualcosa e di essere un fattore di cambiamento della nostra società).

E come mai sei finito qui a Siracusa? La mia prima esperienza comunitaria e di profondo impegno sociale è stata proprio con i fratelli maristi, in Peru, nel 2016 e 2018, nella zona di Sullana. Si trattava di un campo di lavoro organizzato dalla SED (la ONG dei maristi spagnoli) all’interno di una scuola marista in un quartiere molto popolare, facevo un po’ di tutto, dalle lezioni ai laboratori coi bambini, il sostegno ai gruppi giovanili e la vita comunitaria con i fratelli. Questo tipo di attività mi piaceva particolarmente, mi sentivo un po’ chiamato a continuare per questa strada e mi sono reso disponibile per altri impegni. Così, quando durante l’estate mi è stata proposta questa opportunità, di far parte della comunità di Siracusa per… dare una mano, ho accettato volentieri.

E questi Maristi, come mai li conosci? Ho iniziato la mia formazione proprio con loro, nell’istituto di Nostra Signora della Vittoria, nel centro di Malaga: dalla primaria fino al liceo, e naturalmente sono entrato nei gruppi GVX e poi ho cominciato anch’io a dedicarmi agli altri, Mi piaceva l’idea che le cose belle imparate “gratis” si potessero continuare a trasmettere nello stesso modo (e vediamo chi scopre dove si trova Kike nella foto qui sotto, con tutti i catechisti della pastorale marista di Malaga!!!)

Le prime impressioni qui a Siracusa? Sono qui da un mese, mi sento proprio bene, sento che questa esperienza è un bel regalo per la mia vita. Cerco di dare una mano alle persone e vivere la vita comunitaria. Mi sono sentito davvero bene, accolto da tutti e soprattutto dai ragazzi degli appartamenti con i quali mi sono subito trovato bene.

Qual è allora il tuo “sogno” per quest’anno? Continuare a vivere in pienezza questa esperienza, cercare di dare il massimo per portare avanti i vari progetti che come maristi stiamo cercando di realizzare a Siracusa e poi, scoprire ancora meglio come orientare il cammino della mia vita.

Posted in CIAO, Il Centro, Siracusa News and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.